MotoGP: Gara TEXAS - 12 Aprile 2015

Il Campione del Mondo in carica, Marc Marquez, domina sull'asfalto di Austin in Texas e per il terzo anno consecutivo sale sul gradino più alto del podio. Feeling incredibile tra lui, la sua HRC ed il CoTA (Circuit Of The Americas). Dietro al centauro spagnolo i nostri due italiani, Andrea Dovizioso su Ducati e Valentino Rossi su Yamaha. Per il primo, grande soddisfazione e conferma di una "rossa" pronta ad essere protagonista tutta la stagione, per il dottore un terzo posto che lo lascia in vetta alla classifica mondiale, anche se solo per un punto di vantaggio proprio sul forlivese. Marquez accorcia a -5 lunghezze.

Quarta piazza per Jorge Lorenzo davanti all'altra Ducati guidata da Andrea Iannone. Bella lotta tra i due fino alla bandiera a scacchi che ha visto imporsi il maiorchino di solo 8 decimi.

Seguono: Smith, Crutchlow, Espargaro, Vinales e Petrucci a chiudere la top 10.

Pochi giorni di riposo e motori di nuovo accesi per il Gran Premio Red Bull de la Republica Argentina.

Supersport: Gara THAILAND - 22 Marzo 2015

Gradino più alto del podio per il giovane thailandese Ratthapark Wilairot che sul circuito di casa sigla la sua prima vittoria in Supersport. Il pilota del Core Motorsport Thailand si impone davanti alle Kawasaki guidate rispettivamente dal turco Kenan Sofuoglu e dal compagno di colori PJ Jacobsen.   

Quarta piazza per Lucas Mahias seguito da Ratthapong Wilairot e dal primo degli italiani, il nostro Roberto Rolfo. Seguono: Faccani, Cardenas, Baldovini e Gino Rea a chiudere le prime dieci posizioni.

In classifica generale Wilairot sale in vetta a quota 36 punti, con un margine di sei lunghezze dal diretto inseguitore Sofuoglu e Cluzel (oggi fermato da un problema tecnico) a quota 25. 

SBK: Gara 2 QATAR - 2 Novembre 2014

Nella stupenda ed emozionante notte del Qatar, Sylvain Guintoli è Campione del Mondo. Lotta al titolo iridato senza fiato, il centauro di casa Aprilia domina anche Gara 2 con un passo incredibile, sospinto dalle lacrime della bellissima moglie e dall'amore dei loro meravigliosi quattro bambini. Padre di una famiglia delicata, da fiaba, si è dimostrato forte nella testa e nel manico. Sylvain Guintoli, da sempre pilota umile, pulito, educato ed ora anche numero 1. Titolo eni FIM Superbike 2014 meritano per il transalpino.

Il Campione uscente, Tom Sykes, ha provato in tutti i modi ad arginare l'incredibile feeling Guintoli/Aprilia ma non c'è stato nulla da fare. Per l'inglese 3° gradino del podio ed amaro nel cupolino della sua verde Kawasaki. Tra i due, Jonathan Rea, che ha confermato l'ottimo stato di forma in questo finale di stagione.

Marco Melandri si aggiudica la quarta piazza, vincendo la battaglia con Toni Elias e Loris Baz.

Si spengono purtroppo in anticipo i rilettori di Losail, causa ritiro, per: Sylvain Barrier, Aaron Yates, Eugene Laverty e Jeremy Guarnoni.

Per Guintoli, il sogno di diventare Campione del Mondo si realizza nel migliore dei modi... una doppietta tra l'amore della famiglia e l'affetto del suo team.

Complimenti a tutti, bellissimo spattacolo e al prossimo anno per nuove battaglie.

SBK: Gara 1 QATAR - 2 Novembre 2014

Vittoria pensante per Sylvain Guintoli e per tutta l'Aprilia Racing Team. Il francese si impone in Gara 1 davanti a Loris Baz e al contendente alla corona iridata Tom Sykes. Il quarto successo stagionale del transalpino regala emozioni incredibili e segna -3 lunghezze di ritardo dal leader ed attuale Campione del Mondo della Kawasaki.

Quarta piazza per Jonathan Rea che vince di forza su Davide Gugliano, Toni Elias e Chaz Davies. Solo 8° Marco Melandri.

Seguono: Eugene Laverty, Alex Lowes, Leon Haslam ed il nostro italiano Niccolò Canepa a chiudere la Top 12.

Tensione a martello, tutto si decide in Gara 2.

MotoGP: Gara MOTEGI - 12 Ottobre 2014

A Motegi vittoria per lo spagnolo di casa Yamaha Jorge Lorenzo davanti al connazionale Marc Marquez ed al nostro Valentino Rossi. Per il maiorchino la seconda vittoria stagionale arriva dopo una gara capolavoro, condotta a gas spalancato dal primo all'ultimo giro. Oggi però i riflettori sono tutti puntati sul secondo gradino del podio, quello che laurea Campione del Mondo il 21enne Marc Marquez. Il pilota di casa HRC corre una gara attenta, contenuta e forse, per la prima volta, contento di finire 2°. Giappone, casa Honda e asfalto che incorona il piú pilota piú giovane della storia ad aver vinto due titoli consecutivi nella classe regina. Senza dimenticarsi che sono 4 i mondiali conquistati in soli 5 anni.

Ai microfoni nel post gara: "Due titoli in due anni di MotoGP sono una cosa incredibile. Forse all’esterno puó sembrar facile perchè sorrido sempre, ma in realtá c’è tanta pressione. A Misano e Aragón abbiamo commesso degli errori de era importante rimanere concentrati. Ringrazio anche tutti i miei tifosi, che mi hanno sempre supportato. Sto vivendo un sogno!".

Ed arriva anche i complimenti del Dottore: "Credo che Marc si meriti questo titolo, ha vinto tante gare in ogni condizione, non ha fatto errori e si è anzi migliorato".

Ai piedi del podio Dani Pedrosa che taglia la bandiera a scacchi con poco più di 3 secondi dal primo. Quinta piazza per Andrea Dovizioso, seguito dalla Ducati Pramac di Iannone. Seguono: Bradl, Espargaro, Smith e Bautista che chiude la Top 10.

Prossimo round dietro l'angolo con il Tissot Australian Grand Prix. Chissà se Marquez, con il fresco titolo nel cupolino, lascerà spazio ai compagni di bagarre.

Superstock600: Gara JEREZ - 7 Settembre 2014

Al debutto nella categoria STK600, Marco Faccani vince il titolo di Campione europeo. Assieme al team San Carlo Italia Kawasaki, l'italiano sale sul tetto d'Europa al primo tentativo. Vittorie, costanza, attenzione, le sue armi vincenti e gradino più alto del podio anche sull'asfalto di Jerez.

Una bella faccia ed un grande talento, chissà sotto quali riflettori sarà la prossima stagione.

Sul podio anche il connazionale Caricasulo ed il tedesco Duwelz.

Condividi contenuti