magny cours

Superstock1000: Gara MAGNY COURS - 6 Ottobre 2013

Per il round di Magny-Cours gradino più alto del podio verde Kawasaki con Jeremy Guarnoni a bissare la vittoria sul tracciato di casa. Esattamente come un anno fa la Marsigliese davanti a tutti.

Gara ridotta a 9 tornate dopo la brutta caduta di Christoffer Bergman che per fortuna, nonostante il pauroso incidente, ha riportato la sola frattura del polso destro. Olio in pista, bandiera rossa per consentire i soccorsi al centauro svedese.

Dietro all'idolo di casa, due italiani: Niccolò Canepa e Lorenzo Savadori. Quarta piazza per Sylvain Barrier che porta a termine una gara senza rischi ma attenta ed in ottica mondiale. Il numero 1 del BMW Motorrad GoldBet si conferma Campione FIM Superstock 1000 per la seconda volta consecutiva. Tra gli spalti festa grande per gli appassionati francesi.

Seguono: Mercado, Jezek, Lanusse, Lussiana, Massei e Egea a chiudere la Top 10.

SBK: Gara 2 MAGNY COURS - 7 Ottobre 2012

Gara 2 sull'asfalto francese di Magny Cours ha un solo titolo:"Max Biaggi Campione del Mondo". Il romano dell'Aprilia taglia il traguardo 5° e nonostante la vittoria del coriaceo Sykes la missione è compiuta con mezzo punto di vantaggio. Corona iridata, sesto titolo mondiale in carriera, 41 anni, una compagna bellissima, due figli negli occhi e tanta voglia di vincere.    
 
Per la cronaca, sul podio assieme al vincitore Tom Sykes, salgono Jonathan Rea e Sylvain Guintoli.
 
La classifica finale vede il trionfo di Biaggi a quota 358, mentre Sykes è arrivato a 357,5 punti.


SBK: Gara 1 MAGNY COURS - 7 Ottobre 2012

Emozioni e colpi di scena fino alla bandiera a scacchi per quest'ultimo round del Campionato Mondiale Eni FIM Superbike. Prima, forte ed incredibile botta al cuore dei centuari seduti sulla poltrona di casa, la regala Max Biaggi che al terzo giro cade sull'asfalto viscido di Magny Cours. Il corsaro, leader in classifica generale, perde l'anteriore in staccata, senza appello RSV4 nelle sabbia e disperazione nel box Aprilia, negli occhi della Pedron, nell'anima degli appassionati italiani.
 
Nella striscia degli out di eccellenza anche: Camier, Checa, Aoyama, Davies e Rea con quest'ultimo che letteralmente butta una grande gara mentre era al comando con ben 9 secondi di vantaggio sul plotone. Le difficili condizioni presenti sul circuito francese non perdonano il pilota inglese, non perdonano nessuno oltre il limite, ma sembrano portare rispetto per l'idolo di casa Sylvain Guintoli. Il gioiello del PATA Racing Team Ducati vince alla grande davanti a Marco Melandri ed alla Kawasaki guidata da un indomito Tom Sykes. Battaglia nelle ultime tornate senza precedenti. 
 
In classifica generale Biaggi fermo a quota 347, si volta a guardare il cupolino della verde Kawasaki di Sykes ormai vicino a 332,5 punti e poco dietro Melandri con 338,5 punti sul serbatoio. 
 
Corona iridata, tetto del Mondo, gloria...tutto rimandato per Gara 2.


 

Superstock1000: Gara MAGNY COURS - 04 Ottobre 2009

Con il 2° gradino del podio conquistato sull'asfalto francese di Magny Cours Xavier Simeon afferra la corona del titolo Superstock 1000. Festa grande in casa Ducati per il terzo sigillo mondiale consecutivo. Il belga della rossa di Borgo Panigale conclude la gara tra i due idoli di casa Maxime Berger, che sale sul gradino più alto, e Sylvan Barrier che chiude il podio.

I nostri tricolori concludo: 4° Claudio Corti, 10° Daniele Beretta, 11° Davide Giugliano e 14° Fabio Massei.


Supersport: Gara MAGNY COURS - 04 Ottobre 2009

Joan Lascorz conquista il gradino più alto del podio grazie anche alla bandiera rossa esposta a due tornate dalla fine causa olio sull'asfalto francese di Magny Cours. Dietro allo spagnolo della Kawasaki concludono una gara tiratissima il britannico Cal Crutchlow ed il turco Kenan Sofuoglu.

Con la scivolata di Eugene Laverty il titolo della Supersport è pronto a salire sul cupolino della Yamaha YZF R6 dell'esordiente Crutchlow.

Il centauro della Honda Anthony West conclude 4° davanti ai compagni di marca Mark Aitchison ed Andrew Pitt.


Superstock600: Gara MAGNY COURS - 04 Ottobre 2009

Magny Cours terra di colpi di scena ai vertici della classifica generale. Il nostro tricolore "umbro" Danilo Petrucci scivola sull'asfalto francese nelle prime tornate ed il diretto rivale Vincent Lombois viene costretto ad un ride through per partenza anticipata (concluderà 9°) Risultato? Facile...il britannico Gino Rea e la sua Honda CBR600RR conquistano la vetta del mondiale Superstock 600. Incredibile!

Questo è il pallottoliere al penultimo round: Rea 138, Petrucci 135, Lonbois 131, Bussolotti 128. Che mondiale.

Per la cronaca la vittoria va al francese Florian Marino


Condividi contenuti