magny cours

SBK: Gara 2 MAGNY COURS - 04 Ottobre 2009

Per Gara 2 il giappose di casa Ducati Noriyuki Haga apporta una leggera ma fondamentale modifica alla sua tattica...ancora più gas. Il numero 41 parte molto più forte e con grande determinazione conquista il suo ottavo centro stagionale sigillando il ritorno in vetta al mondiale con 10 punti di vantaggio sul rivale made in USA, Ben Spies. Il campione texano, in grossa difficoltà per il cambio gomme, disputa una manche di contenimento "accontentandosi" del 4° posto. Suggestiva l'immagine della sua testa che, uscendo a gas spalancato da una curva, si scuote in segno di desolazione.

Ancora un podio, ma questa volta con il 2° gradino, per il romano dell'Aprilia Max Biaggi. Per lui un altra battaglia durissima, questa volta con il giovane nord irlandese di casa Honda Jonathan Rea (3°).

Seguono: Haslam, Kagayama, Byrne, Muggeridge, Checa e Corser a completare la Top 10.
Solo 13° Michel Fabrizio complice una scivolata mentre era in lotta per le prime posizioni, ancora un ritiro per Iannuzzo seguito dall'altro tricolore Scassa.


SBK: Gara 1 MAGNY COURS - 04 Ottobre 2009

Qualsiasi sia il circuito o i protagonisti, la Superbike concede sempre uno spattacolo infinito. Di scena a Magny Cours una battaglia memorabile tra Spies, Biaggi, Rea e Haga. Gas spalancato ad ogni uscita di curva, staccate al limite, derapate ed inserimenti di curva pazzeschi. In Gara 1 il texano della Yamaha impone la sua legge dominando sull'asfalto francese dalla prima all'ultima tornata ma con un grande Noriyuki Haga incollato al codone. Il giapponese non parte bene ed è costretto per quasi tutta la gara a lottare prima con Rea e successivamente con il nostro Max Biaggi in sella ad un Aprilia stratosferica. Lo spettacolo è nell'ultimo giro quando "il marziano" a stelle e strisce vede il caro rivale Nitro Nori accanto alla sua carena intento a "buttare" la rossa Ducati 1098R per prima sotto la bandiera a scacchi.  

3° gradino del podio per il corsaro Max Biaggi che spolvera un grande carattere mettendo in mostra anche quello di casa Noale con una RSV4 pronta, fin dalla prossima stagione, a lottare per il titolo con le sorelle maggiori Ducati, Honda e Yamaha.

Michel Fabrizio conclude la sua prova in quarta posizione, sopravanzando la coppia Honda con Leon Haslam e Carlos Checa. Seguono: Kagayama, Byrne, Corser e Smrz a chiudere le prime 10 posizioni.
Gli altri italiani: 12° Baicco, 13° Scassa e 17° Gentile. Ritirato Iannuzzo.


SBK: Gara 2 MAGNY COURS - 05 Ottobre 2008

Troy Bayliss non si accontenta del trono mondiale conquistato con un bellissimo terzo gradino del podio in gara 1....highlander vuole quello più in alto per salutare tutti in grande stile.

L'australiano lotta per tutta la manche con il solito, implacabile, Noriyuki Haga. Questa volta però il giapponese non riesce a domare il leone di Borgo Panigale. La Ducati vola sull'asfalto francese, tra derapate estreme, imbarcate paurose, staccate oltre il limite. Troy piega i tralicci della sua 1098, non molla mai neanche con quel titolo appena conquistato e nascosto tra il cupolino della sua rossa signora. 

Chiude il podio Corser, seguito da Carlos Checa e dalla coppia del Team Sterilgarda, Ruben Xaus e Max Biaggi.  

Seguono: Kagayama, Nieto, Neukirchner e Rolfo. Male Michel Fabrizio, solamente 14°.

Video: Highlights Magny Cours 2008 Race 2


SBK: Gara 1 MAGNY COURS - 05 Ottobre 2008

La SBK non si smentisce mai e ripropone anche oggi uno spettacolo superbo davanti a migliaia di tifosi e appassionati sia tra gli spalti sia davanti alla TV di mezzo mondo.

Noriyuki Haga e la sua Yamaha YZF-R1 si impongono sul circuito di Magny Cours, proseguendo il lavoro interrotto a Vallelunga con una stupenda doppietta. Dietro al giapponese, staccato di circa sei secondi, taglia il traguardo Fonzi Nieto, che precede a sua volta l'immortale Troy Bayliss.

Una giornata memorabile per casa Ducati, per Borgo Panigale e per il suo eroe incontrastato, "highlander" Troy. L'australiano conquista il 3° titolo mondiale di una carriera stupenda, infinita come il suo cuore, il suo coraggio....la sua grinta. Un uomo vero nell'anima, il simbolo Ducati, il perfetto pilota ed un impressionate campione.

Max Biaggi riesce a risalire in quarta posizione. Chiude gara1 davanti al tedesco Neukirchner con la Suzuki GSX-R1000 e al coriaceo (come al solito) Troy Corser.

Seguono: Carlos Checa, Kagayama, Sofuoglu e Gregorio Lavilla. Sfortunato Michel Fabrizio che scivola a pochi giri dalla bandiera a scacchi.

Video: Highlights Magny Cours 2008 Race 1


Superstock600: Gara MAGNY COURS - 05 Ottobre 2008

Vince Linfoot in sella alla Yamaha YZF R6 del Team StoneBaker. Si afferma davanti a Baz, nuovo campione della categoria con una gara di anticipo. Chiude il podio, tutto Yamaha, il giovane Gines del Team Falcone Competition.

Il nostro Marco Bussolotti conquista la quinta piazza.

Da sottolineare la mancata partecipazione alla tappa francese di Vorstaker. Quest'ultimo lascia via libera al dominio di Baz, che come citato sopra conquista il titolo Superstock 600 targato 2008.

Superstock1000: Gara MAGNY COURS - 05 Ottobre 2008

La Superstock1000 si conferma per l'ennesima volta categoria dura ed appassionante. Si impone il ceco Matej Smrz dopo una gara senza fiato, tirata fino alla bandiera a scacchi. Smrz lotta contro un'implacabile Freddy Foray, 2° al traguardo e ad un coriaceo Claudio Corti. L'italiano 3° al traguardo riesce a strappare l'ultimo gradino del podio alla Ducati 1098R Sterilgarda Go Eleven guidata da Alex Polita e alla Suzuki GSX-R1000 del belga Simeon.

Con una sola gara ancora da disputare (Portimao, Portogallo) campionato incredibilmente aperto. Classifica generale che recita:

1. Simeon (Suzuki GSX-R 1000 Alstare Suzuki) 131
2. Polita (Ducati 1098R Sterilgarda Go Eleven) 127
3. Berger (Honda CBR 1000RR Hannspree IDS Ten Kate) 124
4. Roberts (Ducati 1098R Ducati Xerox Junior Team) 122

I 9 punti tra il primo Simeon e il quarto Roberts sono un'inezia per questi centauri. Appuntamento a Potimao per la sfida finale.

Condividi contenuti