portimao

Superstock1000: Gara PORTIMAO - 9 Giugno 2013

Il gradino più alto del podio è per il centauro di casa BMW Motorrad GoldBet Sylvain Barrier. L'attuale Campione iridato 2012 vince in solitaria davanti a Eddi La Marra e Jeremy Guarnoni riportandosi cosi in vetta alla classifica con una sola lunghezza di vantaggio sul nostro italiano.

Ai piedi del podio l'argentino Mercado, seguito da Canepa, Lussiana, Andreozzi, Mcfadden, Bussolotti e Massei a chiudere la top10.
Scivola Lorenzo Savadori che purtroppo non chiude al meglio il weekend di Portimao.

Con Barrier a quota 70 punti e La Marra ad inseguirlo a 69, bella la battaglia che segue in classifica generale con l'altro tricolore Canepa (63 punti) che spinge forte per tenere dietro un altro candidato al titolo, ovvero il francese Jeremy Guarnoni distante solo 3 punti.

Superstock1000: Gara PORTIMAO - 28 Marzo 2010

Il gradino piu alto del podio si tinge dei colori BMW grazie al nostro centauro Ayrton Badovini che sigilla la prima vittoria della S 1000 RR nella categoria.

2° posto per il francese della Honda Maxime Berger seguito dal connazionale Loris Baz. Gli altri tricolori: 5° Bussolotti, Eddi La Marra,Davide Giugliano,Andrea Antonelli eDanilo Petrucci, appena arrivato dalla 600. Chiudono, Nico Vivarelli 14° su KTM e Michele Magnoni 15° su Honda.

Supersport: Gara PORTIMAO - 28 Marzo 2010

Vittoria importantissima per il pilota della Honda Kenan Sofuoglu che precede per pochi millesimi Joan Lascorz su Kawasaki. Per il turco il grande regalo arriva dal vincitore di Phillip Island e leader in classifica Eugene Laverty, che scivola proprio mentre era al comando. Chiude il podio Michele Pirro.

Ora il palllottoliere della classifica generale segna: 41 punti per Sofuoglu e 40 per lo sfortunato Laverty.

Superstock600: Gara PORTIMAO - 27 Marzo 2010

Il francese Jeremy Guarnoni centra la prima vittoria della stagione. Il pilota di casa Yamaha ha preceduto il connazionale e compagno di colori Romain Lanusse ed il norvegese Karlsen.

Il migliore degli italiani è stato Davide Fanelli, 5° sottola banbiera a scacchi.

SBK: Gara 2 PORTIMAO - 28 Marzo 2010

La seconda prova del Mondiale SBK targato 2010 incorona definitivamente Max Biaggi e la sua Aprilia RSV4 come indiscussi conquistatori del circuito portoghese. Anche in Gara 2 sull'asfalto di Portimao la coppia "made in Italy" centra il gradino più alto del podio, regalando a tutto il Team Aprilia Alitalia Racing grande gioia e soddisfazione.

Ai microfoni nel post gara dichiarerà: "E' stato fantastico conquistare la mia prima doppietta nel Mondiale Superbike. La sensazione è grande e la prima doppia vittoria quest'anno e quindi mi sento fiducioso e convinto di poter far bene. Ora andiamo a Valencia e non poteva essere meglio per noi. Oggi avevamo una buona velocità di punta, ma si potrebbe uscire dall'ultima curva ancora più velocemente ma non dipende solo dal motore. La nostra moto è veloce, ma anche le altre lo sono".

Assieme al romano salgono sul podio Haslam in sella alla Suzuki GSX-R1000 seguito dal connazionale Crutchlow su Yamaha. Dura per quest'ultimo l'eredità lasciata dal texano Spies, approdato quest'anno sil pianeta MotoGP. Ancora gara in salita per i centauri di Borgo Panigale, i due ducatisti clonano il risultato della prima manche (8° Haga e 11° Fabrizio).

Gli altri italiani: 14° Lanzi, 16° Scassa, 18° Baiocco. Ritirano Iannuzzo.

In classifica generale Haslam rimane in vetta a quota 85 punti, seguito da Biaggi a 69 e da Checa a 60.  

SBK: Gara 1 PORTIMAO - 28 Marzo 2010

Il romano Max Biaggi si impone in Gara 1 sul bellissimo tracciato portoghese di Portimano. Al "pronti via" è Haslam a guidare il plotone, con alle spalle, per i successivi giri, Biaggi, Cructhlow, Byrne, Rea e Checa.

Quando l'Aprilia decide di aprire il gas sembra non essercene più per nessun, record della pista e testa della corsa. Con le Ducati in difficoltà (Haga finirà 8° e Fabrizio 11°) Biaggi vola verso il traguardo seguito dall'inglese Haslam su Suzuki. Chiude il podio Jonathan Rea che approfitta della caduta del connazionale Crutchlow a due giri dal termine precedendo cosi lo spagnolo Carlos Checa 4°. Quest'ultima bella battaglia tra due centauri di "epoche" differenti.

Seguono: Camier, Byrne, Toseland, Haga, Corser e Xaus a chiudere le prime 10 posizioni.

Condividi contenuti