monza

SBK: Gara1 MONZA - 09 Maggio 2010

Circuito italiano, pilota italiano, moto italiana e sponsor italiano...trionfo tricolore a Monza per Biaggi e l'Aprilia Alitalia. Il corsaro decolla dalla prima casella in griglia conquista nella giornata di sabato e a suon di 329 km/h vola verso la bandiera a scacchi. Gli unici a tenere la scia del romano sull'asfalto di Monza sono le due Yamaha Sterilgarda rispettivamente con James Toseland (2°) e Cal Crutchlow (3°). Ai piedi del podio il centauro della Suzuki ed attuale leader della classifica, Leon Haslam.

Seguono: Camier, Xaus, Fabrizio, Corser, Sykes e Guintoli che chiude le prime 10 posizioni.

Ancora difficoltà per la seconda Ducati guidata dal giapponese Nori Haga che non va oltre la undicesima piazza. Ritiro per Rea causa una brutta (senza conseguenze) caduta proprio mentre stava lottando al vertice con la flotta di connazionali.

Supersport: Gara MONZA - 09 Maggio 2010

Eugene Laverty conquista il gradino piu alto del podio sul circuito di Monza. L'irlandese del team Parkalgar riesce a tenere dietro la coppia Sofuoglu / Lascorz, ovvero i diretti rivali per la corona iridata. In classifica generale il palottoliere segna: Lascorz 101, Sofuoglu 97 e Laverty 91.

Il primo degli italiani è Pirro che conclude ai piedi del podio seguito dal giapponese della Kawasaki Fujiwara e dal francese Lagrive del team ParkiGo Triumph BE1.

Ritiro per Dell'Olmo del Kuja Racing.

Superstock600: Gara MONZA - 09 Maggio 2010

Battaglia durissima per tutti i 5793 metri del circuito di Monza tra Florian Marino, Leandro Mecado e Jeremy Guarnoni. La spunta il francese del Team MRS Racing che riesce a tenersi fuori dai guai all'ingresso della Parabolica proprio durante l'ultimo giro.
Con la caduta dell'argentino Mercado, porte aperte per il secondo gradino del podio al nostro tricolore Federico D'Annunzio che riesce a precedere l'unica Honda a tagliare la bandiera a scacchi, ovvero quella guidata da Florian Marino.

Solo altri 6 vedono il traguardo: Russo, Casalotti, Le Coquen, Calero Perez, Covena e Vrajitoru.

In classifica generale continua il dominio francese con in vetta Guarnoni a quota 86 seguito dal connazionale Florian a 66 punti.

Superstock1000: Gara MONZA - 09 Maggio 2010

E dopo il tris ecco il Poker. Ayrton Badovini del BMW Motorrad Italia Superstock Team sigla la sua quarta vittoria consecutiva. Sull'asfalto di Monza vola una BMW S1000 RR perfetta guidata da un pilota in condizioni fisiche e mentali all'apice della carriera.

Concludono il podio (ad oltre 6 secondi) i connazionali Magnoni su Honda CBR1000RR e Beretta con un altra BMW.

Seguono: Lussiana, Petrucci, Savary, Baroni e Bussolotti che chiude le prime 8 posizioni. Solo 17° Giugliano con la sua Suzuki GSX-R1000, mentre ritiro per Antonelli del Team Lorini.

Superstock1000: Gara MONZA - 10 Maggio 2009

Anche la Superstock 1000 non si smentisce. Come sempre avviene sul pianeta SBK la gara finisce solo quando si taglia la bandiera a scacchi ed a volte anche dopo....si aspetta il fotofinish come in questa tappa di Monza.

Il nostro Claudio Corti riesce a spuntarla per solo 0,010 sul rivale di casa Ducati Xavier Simeon. Con questo sigillo il pilota italiano porta la sua Suzuki GSX-R 1000 K9 in vetta nella classifica generale davanti proprio al belga.

3° gradino del podio per lo spagnolo Javier Foret su Kawasaki seguito da Daniele Beretta, dal francese Barrier e dal ceco Jezek.


Superstock600: Gara MONZA - 10 Maggio 2009

Si preannunciava un podio completamente tricolore per la Superstock 600, con Danilo Petrucci, Ferruccio Lamborghini e Fabio Massei sul podio. Purtroppo le due wild card verranno squalificate nel post gara lasciando via libera al belga Lonbois e al francese Guarnoni.

Seguono: Bussolotti, La Marra, Gregorini, Rea e Litjens

Per l'italiano di casa Yamaha comunque un bel colpo alla classifica generale che lo rivede in testa a pari punti con il rivale Gino Rea. Grazie a questo podio Guarnoni a quota 43 scavalca Lonbois fermo a 40 punti e Litjens a 38. Sale Bussolotti a 26 punti seguito dagli altri italiani La Marra (22 punti) e Lombardi (21 punti).


Condividi contenuti