kyalami

SBK: Gara2 KYALAMI - 16 Maggio 2010

Leon Haslam conquista il gradino piu alto del podio dopo una battaglia durissima con il connazionale Jonathan Rea ed il nostro Max Biaggi. Il britannico di casa Suzuki spinge forte tra derapate e staccate al limite superando, nella penultima tornata, il "sempre" spettacolare Jonny Rea. Sale sul podio anche l'Aprilia Alitalia del corsaro Max Biaggi che vede, se pur di poco, aumentare il distacco dalla vetta nella classifica generale a -15.

Seguono: Crutchlow, Checa, Toseland, Corser, Fabrizio, Smrz ed Haga. Il giapponese, dopo il disastro in gara 1, riesce a condurre la sua Ducati Xerox nella top 10.

Il week end di Kyalami ha mostrato e consolidato non solo la lotta al vertice tra i protagonisti di questa stagione targata 2010 Biaggi ed Haslam, ma anche un'accesa battaglia tra il folto gruppo britannico: Rea, Toseland, Crutchlow e Camier. A sgomitare tra i "made in UK" un coriaceo Carlos Checa, che di appendere il gas al muro non ne vuole proprio sapere.

SBK: Gara1 KYALAMI - 16 Maggio 2010

Tra i saliscendi del circuito del Kyalami si impone con netta supremazia il pilota del team Ducati Xerox Michel Fabrizio. Il numero 84 in sella alla sua rossa 1098R domina dalla prima all'ultima tornata, sigillando cosi la prima vittoria stagionale. Dietro al nostro tricolore lo spagnolo Carlos Checa ed il britannico, leader del campionato, Leon Haslam.

4° posto per Max Biaggi che con questo risultato contiene i danni, perdendo solo 3 punti sul diretto rivale alla corona iridata.

Seguono: Rea (autore nel finale di un doppio sorpasso sull'esterno da libri di storia), Camier, Toseland, Crutchlow, Smrz e Guintoli che chiude la top 10.

Buon risultato per il Supersonic Racing Team che vede il suo alfiere, Luca Scassa, conquistare l'11 casella sotto la bandiera a scacchi. Disperso Haga 17°, ritirati Hayden, Parkes e Baiocco.

SBK: Gara 2 KYALAMI - 17 Maggio 2009

Kyalami terra di conquista Ducati. Anche in gara 2 le rosse Xerox fanno bottino pieno e piantano la bandiera di Borgo Panigale all'entrata del circuito Sudafricano.

Noriyuki Haga conferma il suo stato di grazia e la leadership nel mondiale. Alle sue spalla un Michel Fabrizio questa volta più determinato e poco favorevole a vendere la pelle al suo compagno di squadra. Nell'ultimo giro la sua Ducati supera per 2 volte la gemella ma in entrambe va largo e non riesce a mantenere la corda. Con Spies fuori dai giochi (dopo 3 giri) causa noie tecniche al motore il romano conquista con 165 punti (3 di vantaggio sullo statunitense) anche il 2° posto in classifica generale.

Ottimo Jonathan Rea che con la sua Honda CBR1000RR conquista l'ultimo gradino del podio. Il britannico dimostra gran talento e polso, spalancando gas pesante...quello che conta in SBK.

Seguono: Lean Haslam, Max Biaggi e Carlos Checa a chiudere le prime sei posizioni.

Senza il "marziano" a battagliare per le posizioni che contano, la Yamaha si deve accontentare della nona piazza con Sykes. Week end devastante per casa BMW con 0 punti nel pallottoliere.


SBK: Gara 1 KYALAMI - 17 Maggio 2009

Si impone Noriyuki Haga in sella alla sua Ducati Xerox 1098 R. Per il giapponese quinta vittoria stagionale e gara dominata dall'inizio alla fine.

Dietro di lui, a darsi battaglia vera, i rivali Michel Fabrizio e Ben Spies con quest'ultimo che proverà in tutti i modi a sopravanzare il nostro centauro. L'italiano spinge forte, crea un bel gap a 3 giri dal termine conquistando cosi la seconda piazza dietro al compagno di colori.

Il marziano di casa Yamaha deve invece accontentarsi del 3° gradino del podio e fare i conti con il setting della sua R1. Nel post gara dichiarerà: "Abbiamo dovuto lottare per tenere il passo. E' stata una bella gara per noi tre e siamo sempre stati allo stesso livello. Ho passato Michel e ho cercato di andare a prendere anche Nori ma ho fatto un errore e mi sono dovuto accontentare del terzo posto. In alcuni punti della pista ero veramente veloce ma in un paio di curve perdevamo alcuni decimi e non sono riuscito a fare di meglio." 

Dietro bella battaglia che vede coinvolti Carlos Checa, Max Biaggi e Jonathan Rea. Riesce a spuntarla proprio quest'ultimo sul centauro dell'Aprilia. Il romano dimostra un passo da podio ma rimane attardato (fin troppo) causa un Carlos Checa che decide di blindare tutte le porte nonostante un crono molto più lento.

Seguono: Nakano, Kagayama,  Byrne e Sykes a chiudere la TOP 10
13° posto per il pilora di casa Sheridan Morais in sella alla sua Kawasaki ZX 10R.


Supersport: Gara KYALAMI - 17 Maggio 2009

Sulla bellissima pista del Kyalami si impone con decisione il centauro di casa Honda Eugene Laverty. L'irlandese è passato subito in testa e fin dalle prime curve ha mostrato un passo gara insostenibile per tutti gli altri.

2° posto per l'attuale leader del campionato Cal Crutchlow con il britannico coinvolto in una bagar che gli ha portato via tempo prezioso per la rimonta. La sua Yamaha YZF R1, dopo essersi scrollato i rivali, spinge forte arrivando a vedere il posteriore della Honda CBR6000RR a circa 2 secondi di distacco. Missione impossibile colmare il gap.

Chiude il podio l'australiano Mark Aitchison che approfitta di una lotta al limite tra Joan Lascorz (4°) e Kenan Sofuoglu (5°) nell'ultimo giro.

Seguono: Pitt, McCoy, West e Pirro a chiudere la TOP 9.

In classifica: Crutchlow 119; Laverty 106; Sofuoglu 83; Pitt 64; Lascorz 60; West 60.


SBK: Superpole KYALAMI - 16 Maggio 2009

Se abbiamo soprannominato Casey Stoner il "cyborg" nella classe regina per lo statunitense di casa Yamaha Ben Spies adottiamo un bel "marziano".
Mostruosa sesta pole consecutiva con un solo millesimo di vantaggio sul nostro Michel Fabrizio. Il texano continua a dettare legge, nel giro secco la sua Yamaha YZF R1 sembra trasformarsi in un F-16 guidato dal miglior elemento dell'areonautica americana. Che pilota!

Prima fila anche per l'Aprilia RSV4 Factory del corsaro Max Biaggi e la Ducati Xerox 1098R con in sella il leader del mondiale Noriyuki Haga. Il giapponese aveva anche rischiato di uscire al termine della seconda sessione. 

Quinto sulla griglia di partenza il giovane inglese Jonathan Rea seguito da Smrz, Checa e dal connazionale Sykes. Terza fila per Nakano, Haslam, Morais e Kiyonari su Honda CBR1000RR. Solo tredicesima piazza per la Suzuki GSX-R 1000RR del giapponese Kagayama che precede la Ducati di Byrne e la prima BMW S1000 RR dello spagnolo Ruben Xaus. 18° il nostro Scassa e la sua verde ZX 10R.

Condividi contenuti