germany

MotoGP: Gara SACHSENRING - 18 Luglio 2010

Sul circuito del Sachsenring lo spagnolo Dani Pedrosa conquista il gradino piu alto del podio. Per il centauro di casa Repsol Honda una gara sempre a gas spalancato che lo ha portato persino a distaccare, di oltre 3 secondi sotto la bandiera a scacchi, il connazionale e leader indiscusso del mondiale Jorge Lorenzo. 3° gradino del podio per l'australiano della Ducati Casey Stoner protagonista assieme al ritornato Valentino Rossi, di una battaglia incredibile. A suon di sorpassi, staccate al limite e derapate i due piloti hanno dato vita ad una mini Laguna Seca targata 2008.

Seguono: Dovizioso, Simoncelli, Hayden, Spies, Barbera e Melandri a chiudere le prime 10 posizioni.

Da sottolineare il brutto incidente che ha visto coinvolti Alvaro Bautista, Hector Barbera e Randy de Puniet con quest'ultimo che ha riportato la frattura di tibia e perone.

Classe 125: Gara SACHSENRING - 19 Luglio 2009

Per l'Alice Motorrad Grand Prix Deutschland l'ottavo di litro parla spagnolo sul podio ed in classifica generale. Julian Simon del Bancaja Aspar Team conquista il Sachsenring davanti al compagno di squadra Sergio Gadea e all'altro connazionale Joan Olive.

I colori spagnoli continuano anche fuori dal podio con Terol 4° ed Espargaro 5° che precedono il tedesco di casa Ajo Interwetten Sandro Cortese.

Una gara caratterizzata dalle numerose cadute, tra le quali: Efren Vaszquez, Esteve Rabat, Bladley Smith, Simone Corsi e Andrea Iannone. Nonostante la scivolata il pilota della Ongetta Team I.S.P.A. riuscie a concludere la gara al 7° posto.

In classifica generale Julian Simon sale a 129 punti e con 25 di vantaggio sul diretto inseguitore, Sergio Gadea, rafforza la leadership in questo mondiale 2009.

Classe 250: Gara SACHSENRING - 19 Luglio 2009

Il nostro Marco Simoncelli si impone di forza sull'asfalto dell'Alice Motorrad Grand Prix Deutschland. Per il pilota della Metis Gilera si tratta del secondo sigillo stagionale dopo quello conquistato in terra spagnola sul circuito di Jerez.  Con questa affermazione l'attuale Campione del Mondo sale a 102 punti e riduce il gap in classifica generale a -32 dalla vetta, conquistata dal giapponese Hiroshi Aoyama.

Chiudono il podio il centauro della Blusens Aprilia Alex Debon e Alvaro Bautista con l'Aspar.

Seguono: Aoyama, Barberà, Faubel, Espargaro, Luthi, De Rosa e Locatelli a chiudere la Top 10.

MotoGP: Gara SACHSENRING - 19 Luglio 2009

Sul circuito dell'Alice Motorrad Gran Prix Deutschland Valentino Rossi conquista la quarta vittoria stagionale piegando ancora una volta, sul filo di lana, il rivale e compagno di colori Jorge Lorenzo. 

Da metà gara in poi i due centauri della Fiat Yamaha si sbarazzano della compagnia Ducati con Casey Stoner e di quella HRC con Dani Pedrosa ed ingaggiano un duello di millesimi ad ogni tornata. Con un ultimo giro praticamente perfetto il Dottore chiude ogni spiraglio allo spagnolo aggiudicandosi cosi il primo gradino del podio "Sachsenring 2009". Dani Pedrosa, 3° sotto alla bandiera a scacchi, precede l'australiano Casey Stoner e la coppia del team Gresini rispettivamente con Alex de Angelis (5°) e Toni Elias (6°).

Seguono: Marco Melandri, Nicky Hayden, Colin Edwards e James Toseland a chiudere la top 10.

In classifica generale Rossi sale a quota 176 punti portando il vantaggio sul diretto rivale Jorge Lorenzo a 14 punti. Ben 28 sono invece le lunghezze di vantaggio sul ducatista Casey Stoner. Mondiale sicuramente ancora aperto dal punto di vista "pallottoliere" ma molto meno in prospettiva "mentale". 

Appuntamento in terra inglese tra 7 giorni per la tappa Donington Park.

MotoGP: QP SACHSENRING - 18 Luglio 2009

Sull'asfalto bagnato del Sachsenring il Dottore conquista la pole position davanti al compagno di squadra Jorge Lorenzo e al centauro della Ducati Malboro Casey Stoner. Con il crono fermo sul 1'32.520 Valentino Rossi sigilla la sua prima pole in carriera sul circuito tedesco confermando la volontà di rmanere in vetta a questo tiratissimo mondiale.

Per l'Alice Motorrad Grand Prix Deutschland lo statunitense Nicky Hayden decide di firmare la sua miglior prestazione stagionale. Il 4° tempo testimonia il grande lavoro del Campione del Mondo 2006 e di tutto Borgo Panigale nel rendere questa GP9 guidabile. Un Hayden che da "collaudatore inossidabile" sembra aver piegato i fantasmi del passato (ricordiamoci di Melandri) che albergavano sul cupolino della seconda Ducati.

Chiudono la seconda fila Alex De Angelis e Randy De Puniet ed apre la terza il texano Colin Edwards. Seguono: Dani Pedrosa, Loris Capirossi, Mika Kallio, Andrea Dovizioso e Chris Vermeulen a chiudere la 12° posizione.

Da sottolineare le numerose cadute avvenute durante tutta la sessione: Randy de Puniet, Marco Melandri, Loris Capirossi, Toni Elias, Nicky Hayden e Niccolò Canepa. Spettacolare l'incidente tra questi ultimi due con l'americano della Ducati che perde il controllo del posteriore andando a forte velocità a colpire il giovane pilota della Pramac. Fortunatamente nessuna grave conseguenza per entrambi.

 

Condividi contenuti