silverstone

MotoGP: Gara SILVERSTONE - 4 Settembre 2016

Maverick Vinales riesce nell'impresa di riportare la Suzuki sul gradino più alto del podio. 9 anni dopo l'ultima vittoria datata 2007 con Chris Vermeulen arriva un altro storico successo. Sull'asfalto di Silverstone il 21enne pilota spagnolo trionfa in solitara dominando la gara dalla prima all'ultima tornata. Stratosferico. L'idolo di casa Cal Crutchlow su Honda del Team Gresini è secondo davanti al nostro Valentino Rossi. 
 
Il Dottore ai microfoni nel post gara: "Gara bellissima, ha regnato l'ignoranza"
 
E non poteva essere diversamente. La battaglia con Marquez è stata da brividi con Crutchlow e Iannone che ci hanno regalato forti emozioni. Spettacolare incidente alla partenza tra Pol Espargaró e Loris Baz, fortunatamente senza conseguenze gravi se non grande spavento. Peccato per le Ducati con Iannone scivolato mentre spingeva forte e con Dovizioso solo 6° al traguardo. 
 
Ora si vola a Misano per un'altra grande battaglia.
 

MotoGP: Gara SILVERSTONE - 30 Agosto 2015

Grande vittoria di Valentino Rossi sull'asfalto bagnato di Silverstone. Per il Dottore di casa Yamaha è il primo trionfo all'Octo British Grand Prix e per di più nel momento più delicato del Campionato. Con il diretto rivale al titolo iridato, Jorge Lorenzo, oggi solo 4° al traguardo, il pesarese conquista punti importanti e si riporta in solitaria in testa al Mondiale. 
 
“Sono molto felice e orgoglioso di questa vittoria! Penso che dall'ultima gara che ho vinto sul bagnato siano passati dieci anni. Quando mi sono svegliato questa mattina sentivo di essere in forma, ma se ho vinto è anche merito del lavoro svolto dal mio team perché già nel warm up ho avuto la conferma di avere una moto fantastica".
 
Dietro al nove volte Campione del Mondo, per uno storico podio tutto italiano, Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso. Per il ternano, un risultato straordinario in una domenica da sogno, per il forlivese la conferma di essere sempre tra i migliori delal classe regina.
 
5° posto per Dani Pedrosa, seguito da Scott Redding, Bradley Smith, Andrea Iannone, Aleix Espargarò e Alvaro Bautista a chiudere la top 10.
 
Fuori Marc Marquez a poche tornate dalla bandiera a scacchi mentre era in piena bagarre con Valentino Rossi. Ennesina scivolata per il cabroncito di HRC che quest'anno, forse, continua a soffrire impeto e pressioni.
 

MotoGP: Gara SILVERSTONE - 17 Giugno 2012

Giro di ricognizione sull'asfalto inglese di Silverstone con una decina di gradi in piu rispetto alle prove del sabato e un'esigua differenza tra gomme morbide e dure. 
 
Semafori rossi off, parte bene l'americano della Yamaha Ben Spies, davanti a tutti alla prima curva. Dietro Stoner davanti a Bautista, Hayden, Lorenzo, Pedrosa, Dovizioso. Rossi in nona posizione davanti a Stefan Bradl. Kentuky Kid rampa sullo spagnolo Bautista, Ben Spies spinge forte, trascinando Stoner.
 
19 laps to go: Spies, Stoner, Bautista ed Hayden creano già un quartetto con 1 secondo di vantaggio sui diretti inseguitori comandati da Lorenzo.
18 laps to go: 2'02.920 per Lorenzo che spinge forte per colmare il gap, davanti rimangono sotto il 2'03, con l’americano Hayden che tenta costantemente di superare il centauro della Suzuki Hector Barbera.
17 laps to go: Dietro Bradl su Rossi che scende in decima posizione. Il Ducatista mantiene un passo gara sul 2'03.
16 laps to go: incrocio di traiettorie tra Hayden e Bautista con Lorenzo che agguanta i primi 4. Stoner su Spies grazie ad un lungo dell’americano. Fotocopia per il connazionale Hayden che perde una posizione a favore di Lorenzo.
15 laps to go: ancora una staccata lunga per Hayden che perde un'altra posizione, ne approfitta Dovizioso. Problemi per kentucky kid e per la sua Ducati che sembra non averne più, anche Pedrosa lo supera.
14 laps to go: Lorenzo riesce a scavalcare Bautista e si mette in scia al compagno di colori Spies. Poche curve e lo spagnolo sbriga la pratica Spies mettendo nel suo mirito il diretto rivale in classifica generale Casey Stoner.
13 laps to go: si incendia l’asfalto di Silvertsone, se le danno Dovisiozso, Pedrosa e Spies con sorpassi e controsoprassi. Dietro un indemoniato Crutchlow regala spettacolo con la sua guida al limite ad ogni staccata.
12 laps to go: Lorenzo colma il gap su Stoner, incollandosi al codone della HRC. Guida più pulita, meno strada percorsa dal numero 1 di casa Yamaha.
11 laps to go: il parafuera inizia a sporgersi sul davanzale della Honda di casa Stoner. Dovizioso fuori, dietro Crutchlow con un grinta mostruosa supera Bradl dopo aver corrugato l’asfalto.
9 laps to go: Lorenzo e Stoner uno spettacolo infinito. Un duello senza fiato, cose di altri tempi. 4 curve con sorpasso e controsorpasso, afficati all’esterno l’uno all'altro. La tornata dell’anno è questa, l'emozione della MotoGP è questa.
8 laps to go: Lorenzo va via, mezzo secondo sull’australiano con Pedrosa e Bautista che si ricongiungono al canguro della Repsol. 
7 laps to go: Giacomo Agostini dai box: “due passaggi da brivido con Lorenzo che sembra avere qualcosa in più”. 
6 laps to go: Rossi su Barbera per la nona posizione. Ritiro per Mattia Pasini.
5 laps to go: Stoner tiene duro, chiude ogni porta su Pedrosa e Bautista. L’australiano tiene botta, derapando a destra e manca.
4 laps to go: jolly per Lorenzo, gomme finite.
3 laps to go: Lorenzo passa sul traguardo dell'ultimo giro con più di un secondo di vantaggio sui diretti inseguitori, difficile andarlo a prendere.
Last lap: non cambia nulla in vetta. Lorenzo davanti a Stoner e Pedrosa a chiudere il podio. Bautista ottimo quarto, a seguire Spies e Cructlow che nel finale prende l’americano della Ducati Hayden e lo supera conquistando la sesta posizione. 
 
In classifica generale Jorge Lorenzo vola a 140 punti contro i 115 del diretto inseguitori Casey Stoner.
 
Ai microfoni nel post gara
 
Pedrosa: "Ho pensato di passarlo ma Stoner è tornato a girare piu veloce. Abbiamo fatto un bel risultato qui ma purtroppo Lorenzo è troppo forte."
 
Bautista: "Abbiamo lavorato molto bene da dopo Barcellona, ho rischiato tanto ma il podio era vicino. Spero di continuare cosi. Ieri la pole, oggi solo 5 secondi dal podio".
 
Crutchlow: "Ho guidato bene, anche il team ha fatto un ottimo lavoro, peccato che non mi sia qualificato davanti ieri".
 
Stoner: "Devo dire che il posteriore era messo male, ho provato a spingere ma anche l’anteriore non andava bene. Avevo un chattering orribile. Non ce l’ho fatta". 
 
Lorenzo: "Non posso chiedere di più, sempre lottando, sempre al limite. La classifica sembra facile ma invece è sempre complicato".
 
 

MotoGP: Gara SILVERSTONE - 12 Giugno 2011

Sull'asfalto bagnato dell'Air British Grand Prix dominio Honda HRC targata Casey Stoner. L'australiano sigilla la sua quarta vittoria stagionale e vola in classifica generale complice anche la caduta del diretto rivale al titolo Jorge Lorenzo.
 
2° gradino del podio per il nostro Andrea Dovizioso. Il forlivese è autore di una gara attenta e concreta con un punto di forza su tutti, le staccate. Per conferma chiedere a Lorenzo e Simoncelli entrambi scivolati mentre erano in bagar dietro al codone della sua Repsol
 
Chiude il podio un'ottimo Colin Edwards. A distanza di una settimana dall'infortunio alla clavicola, il texano sfodera una grande prestazione, portando entusiasmo ed orgoglio in casa Yamaha Monster Tech 3. Prima Ducati al traguardo è quella guidata da Nicky Hayden che precede Alvaro Bautista ed il compagno di colori Valentino Rossi
 
Seguono: Abraham, Elias, Aoyama, Capirossi e Barbera che chiude le porte di Silvertone.
 
In classifica generale Jorge Lorenzo rimane fermo a quota 98 punti lasciando la vetta in favore di Casey Stoner che vola a 116. Andrea Dovizioso conferma la terza piazza con i suoi 83 punti davanti a Valentino Rossi 68, Dani Pedrosa 61 e Nicky Hayden 60.
 
Prossimo appuntamento per la classe regina fissato al 25 Giugno sul tracciato di Assen.
 

SBK: Gara 2 SILVERSTONE - 1 Agosto 2010

Cal Crutchlow firma il suo capolavoro in terra amica chiudendo un week end fantastico con 50 punti nel cupolino e bandiera inglese protagonista sul podio davanti ad oltre 65.000 spettatori. Battaglia dura con Jonathan Rea che abdica solo a 5 tornate dal termine. 3° Leon Camier su Aprilia Alitalia RSV4 Factory.

Max Biaggi, 6° al traguardo, conclude la trasferta di Silverstone depositando 8 punti al box Suzuki. In classifica generale il corsaro resta in vetta con 60 punti di vantaggio su Haslam.


SBK: Gara 1 SILVERSTONE - 1 Agosto 2010

Sull'asfalto di Silverstone il pilota di casa Yamaha Sterilgarda Cal Crutchlow conquista il gradino piu alto del podio. Il britannico disputa una gara a gas spalancato sopravanzando i connazionali Jonathan Rea (HANNspree Ten Kate Honda) e Leon Haslam (Suzuki Alstare) per un podio targato "Made in UK". 4° posto per la rossa Ducati 1098R guidata dal nostro Michel Fabrizio che conclude davanti alle due RSV4 Factory guidate da Max Biaggi e Leon Camier.

Seguono: Checa, Toseland, Byrne e Corser a chiudere la Top 10.


Condividi contenuti