jorge lorenzo

MotoGP: Gara QATAR - 26 Marzo 2017

Riparte il motomondiale, si riaccendono i motori della classe regina nella notte del Qatar. Il primo GP targato 2017 va a Maverick Viñales che con una gara emozionante trionfa al suo debutto sulla M1. Il nostro Andrea Dovizioso è secondo dopo una battaglia pazzesca proprio con il numero 25, seguito dall'intramontabile Valentino Rossi che dalla quarta fila rimonta fino al podio. Il dottore tiene dietro il Campione del Mondo in carica Marc Marquez che finisce quarto davanti a Pedrosa e Espargaro con un'incredibile Aprilia. 
 
Gara spettacolare dalla prima all'ultima tornata con continui cambi di posizione. Zarco cade mentre era in testa con ampio margine rovinando un esordio da leggenda. Debutto amaro anche in casa Suzuki per Andrea Iannone che finisce sulla ghiaglia dopo un contatto con la ruota posteriore di Marquez. Il pilota di Vasto era in gran forma e spingeva forte dietro ai migliori ma un piccolo errore ha rovinato tutto.
 
In ombra Jorge Lorenzo (11°). A differenza del suo compagno di squadra, lo spagnolo sembra non aver preso le misure alla sua nuova compagna di battaglie. Ci può stare, la Ducati rimane una moto difficile, molto diversa dalla Yamaha e Dovizioso la conosce da anni. Vedremo sull'asfalto dell'Argentina se Lorenzo saprà trovare il giusto feeling per toranre a lottare nelle posizioni che gli competono.
 
 

MotoGP: Gara VALENCIA - 10 Novembre 2013

E' l'asfalto di Valencia a decidere quale dei suoi figli centauri incoronare. Il titolo di Campione del Mondo scende dalla sella Yamaha del numero 99 per salire su quella di casa Honda HRC guidata dal cabroncito Marc Marquez. Una gara spettacolare dei 3 tenori spagnoli con Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo a sunonarsele ad ogni staccata mentre dietro Marquez pensava solo a guidare concentrato senza incappare in bagarre o rischi inutili. Maturo già a 20 anni per un titolo mondiale. 

L'ottava vittoria stagionale, la terza consecutiva, non basta a Jorge Lorenzo per confermarsi Campione del Mondo. Il maiorchino conclude comunque alla grande una stagione spettacolare. Assieme al Por Fuera sul podio Dani Pedrosa (con un po di strisciate nere sulla tuta) e Marc Marquez. Inno spagnolo in terra di Spagna e con bandiere... solo spagnole.

Quarta piazza per Valentino Rossi seguito da Alvaro Bautista, Stefan Bradl, Bradley Smith, Nicky Hayden, Andrea Dovizioso e Michele Pirro a chiudere a la Top10.

Ai microfono nel post gara, Marc Marquez commenta emozionato:

"È un sogno che diventa realtà, forse troppo presto perché non mi aspettavo di riuscirci il primo anno in motogp. Adesso sto fantasticamente, correre davanti ai nostri tifosi lottando con Lorenzo e Pedrosa, due dei più grandi della storia. Voglio solo ringraziare Honda, chi mi sostiene, la mia famiglia, sono sempre stati tutti con me. Sono al settimo cielo".

Ora test per una scia di emozioni. La prossima stagione è già sul calendario con un cerchio rosso sul primo appuntamento Qatar 'Losail' 23 Marzo 2014. Emozioni sempre a due ruote, gas spalancato come il cuore di un centauro. 

MotoGP: Gara QATAR - 8 Aprile 2012

Riflettori accesi sull'asfalto nero del Commercialbank Grand Prix of Qatar, con la prima dell'anno della classe regina. I motori sono pronti, le visiere chiuse e le espressioni rimangono gelide sui volti dei piloti.

Parte forte lo spagnolo di casa Yamaha Jorge Lorenzo che mantiene il comando del plotone alla prima tornata seguito dal connazionale Dani Pedrosa e dall’australiano, Campione del Mondo in carica, Casey Stoner. Cal Crutchlow subito superato da Ben Spies e dal compagno di colori Andrea Dovizioso, si ritrova in settima piazza inseguito dalla prima delle Ducati targata Nicky Hayden. Il primo passaggio segna un casco rosso per il giovane Stefan Bradl che viaggia in sesta posizione stretto tra la morsa Crutchlow (5°) e Spies (7°). Stoner non impiega molto a mettere le ruote davanti al compagno di colori Pedrosa e nel corso del terzo passaggio, francobollato al rivale Lorenzo, decide di sverniciarlo sul lungo rettilineo dei box.

4 of 22: il crono segna mezzo secondo di gap tra Stoner e Lorenzo, con l’impressione aggiunta, che l’australiano inizi a fare un altro mestiere.

Mentre dai box Livio Suppo, ai microfoni di Porta, rimane positivo sul passo gara di Stoner, in pista Hayden supera Spies, Rossi scivola in dodicesima posizione ed una bella lotta in casa Tech3 tra Dovizioso e Cructhlow, accende Losail. Con l'inglese che si gioca il primo jolly della stagione, si ritirano Michele Pirro (San Carlo Honda Gresini) dopo otto giri e Karel Abraham.

11 of 22: non cambia nulla in vetta con Stoner davanti a Lorenzo e Pedrosa. Continua la lotta fratricida in casa Tech3 con il Dovi che sbatte la sua Yamaha sui cordoli e Crutchlow, non da meno, a sbarellare a destra e manca.

14 of 22: grande bagar tra Hayden e Bautista con quest’ultimo che tenta continuamente l’infilata alla Ducati ufficiale. Su una derapata oltre il limite di Stoner, breve intervento dai box di Ramon Forcada che si concentra sulla gara del suo pilota attaccato dal numero 26 HRC.

17 of 22: Cructhlow su Dovizioso e Hayden in grande bagar per la sesta posizione con Bradl. Davanti Lorenzo sente il fiato sul collo di camomillo.

19 of 22: Pedrosa in fondo al rettilineo dei box infila il "Para Fuera" con quest’ultimo che non ci sta e sigla un deciso contro sorpasso alla quarta curva. Incredibili le successive tornate del maiorchino che non solo supera senza problemi Stoner ma decimo dopo decimo, prende un margine di un secondo con soli due giri ancora da percorrere. Con il posteriore che sgondola Pedrosa infila Stoner. L’australiano in forte difficoltà a mantenere il passo imposto dai rivali.

Niente da fare con un Lorenzo cosi, non concede più nulla, taglia il traguardo davanti al connazionale Pedrosa e con il Campione del Mondo in carica a chiudere il podio. Dietro Cructhlow vince la battaglia personale sul nostro Dovi.

Ai microfoni di Beltramo nel paddock:

Jorge Lorenzo: “Sono contento per il Team perché ha fatto un grande inverno e sono contento di vincere qui.”.
Dani Pedrosa: "Penso che alla fine Jorge è stato più intelligente a fare il sorpasso a Stoner nel momento giusto, sono comunque contento della gara, grazie a tutti".
Casey Stoner: "Non riuscivo più a frenare, il braccio non mi reggeva più. Gara purtroppo un po deludente per me, siamo provati”.

Prossimo appuntamento in calendario fissato al 29 Aprile sul tracciato di Jerez per il Gran Premio bwin de España.

MotoGP: Gara CATALUNYA - 4 Luglio 2010

Jorge Lorenzo domina sul circuito del Montmelò sigillando, con una gara impeccabile, la sua quinta vittoria stagionale. Il centauro di casa Fiat Yamaha mostra, per l'ennesima volta, una superiorità tecnica e mentale imbarazzante.

Ai microfoni nel post gara dichiarerà: "Sono veramente stanco, la corsa è stata dura, il caldo faceva scivolare la moto soprattutto all'anteriore e fin quando Dovizioso mi è stato attaccato non è stato facile gestire la cosa. Poi, fortunatamente per noi, Andrea è caduto e io sono potuto andar via abbastanza facilmente".

Alle spalle del numero 99 il connazionale della Repsol Honda Dani Pedrosa e l'australiano Casey Stoner, che agguanta l'ultimo gradino del podio grazie ad una scivolata del nostro Andrea Dovizioso mentre era incollato ed intento a battagliare con il Para Fuera.

Seguono: De Puniet, Bautista, Spies, Capirossi, Hayden, Melandri e Barberà a chiudere le prime 10 posizioni.

In classifica generale: Lorenzo 165, Pedrosa 113, Dovizioso 91, Hayden 69, De Puniet 69, Stoner 67 e Rossi 61 punti.

Condividi contenuti