aragon

SBK: Gara 2 ARAGON - 03 Aprile 2016

Chaz Davies indiscusso Re di Aragon. Il centauro di casa Ducati vince anche Gara 2 precedendo Sykes e Rea. Le Kawasaki nulla possono contro il gallese e la sua rossa che dominano dalla prima all'ultima tornata dimostrando un binomio perfetto sull'asfalto spagnolo. 

Xavi Forés (Barni Racing Team) porta la Panigale R ancora in quarta piazza mentre il connazionale Jordi Torres termina in quinta posizione. Gli italiani? Giugliano 6° ed 8° De Angelis con l'Aprilia.

Chiude la top 10 la coppia Yamaha, con Sylvain Guintoli 9° e Alex Lowes 10°. Problema meccanico per Hayden costretto al ritiro sul finale.  

 

SBK: Gara 1 ARAGON - 02 Aprile 2016

Vola la Ducati di Chaz Davies sul circuito di Aragon interrompendo cosi il dominio delle verdi Kawasaki di Rea e Sykes, rispettivamente 2° e 3° sul podio.
 
Quarta piazza per un sorprendente Xavi Fores in sella ad una Borgo Panigale privata davanti al nostro italiano Giugliano e allo statunitense Hayden su Honda. Delusione in casa Yamaha dopo la prima fila in Superpole di Guintoli, il francese non riesce ad andare oltre la 9° posizione.
 
Chiude la top 10 Lorenzo Savadori seguito dal compagno di squadra Alex De Angelis. Caduta per Michael Van Der Mark. Costretti al ritiro per noie alla loro moto Leon Camier e Matteo Baiocco.
 
Gara 2 domani ore 13:00 con Davies che cercherà di mettere la sua rossa ancora davanti a tutti. 
 

SBK: Gara 2 ARAGON - 19 Giugno 2011

Per Gara 2 il gradino più alto del podio rimane tricolore ma si aggiungono le strisce dell'Aprilia Alitalia e del suo centauro italiano Max Biaggi. L'unico a tenere il passo del Campione del Mondo in carica è il connazionale del Yamaha World Superbike Team Marco Melandri che nel finale, complice anche un lungo, è constretto ad alzare bandiera bianca dal cupolino della sua R1. Chiude il podio lo spagnolo, attuale leader del mondiale, Carlos Checa
 
Michel Fabrizio conquista la quarta piazza concludendo davanti alla Kawasaki di Lascorz. Raro, ma accade anche questo in SBK, le prime 5 posizioni con 5 marchi di fabbrica diversi.
 
Seguono: Laverty, Haga, Camier, Haslam e Badovini a chiudere la Top 10.
 
Dopo la tappa di Aragon, il numero 7 di casa Ducati contiene i danni a quota 261 punti, ma vede avvicinarsi i diretti rivali con Biaggi a 218 e Melandri a 195 punti.
 
Prossima battaglia fissata per il 10 Luglio in terra ceca sul circuito di Brno.



 

SBK: Gara 1 ARAGON - 19 Giugno 2011

Con una gara disputata a gas spalancato, Marco Melandri conquista la sua seconda vittoria stagionale imponendosi sul connazionale ed attuale Campione del Mondo, Max Biaggi. I due italiani regalano emozione e battaglia sull'asfalto di Aragon con il corsaro che nel finale guida in prospettiva "classifica mondiale" complice lo stop di Carlos Checa scivolato nelle prime tornate.
 
3° gradino del podio per l'altra Aprilia Alitalia guidata dal giovane inglese Leon Camier, che precede la Yamaha di Eugene Laverty e la Kawasaki di Tom Sykes autori di un arrivo al photofinish per la quarta piazza. 
 
Seguono: Haga, Lascorz, BAdovini, Haslam e Corser a chiudere le prime 10 posizioni.
 
Oltre al leader della classifica, non transitano sotto la bandiera a scacchi: Fabrizio, Smrz ed il centauro di casa BMW Lorenzo Lanzi.



 

MotoGP: Gara ARAGON - 19 Settembre 2010

Siamo ad Aragon per la 13esima tappa di questo mondiale 2010. Scenario surreale, quasi lunare, costruito in mezzo al nulla per ospitare la carovana del motomondiale. Nel warm up del mattino l'americano Nicky Hayden segna il miglior tempo e si candida per un posto sul podio, mentre il compagno di colori e poleman Casey Stoner scivola mentre era intento a trovare il miglior passo in configurazione gara. I due spagnoli Jorge Lorenzo e Dany Pedrosa confermano le impressioni del sabato girando a pochi millesimi l'uno dall'altro.

A pochi minuti dalla partenza il solito primo piano sui volti dei piloti disegna tensione e concentrazione, dal rito scaramantico di "Camomillo" mentre si mette il casco, al rannicchiarsi del "Dottore" accanto alla sua M1.

Stoner a sinistra, Lorenzo in mezzo, Pedrosa a destra....semaforo rosso, pronti....via.  Parte forte Stoner seguito da Lorenzo ed Hayden. Spies davanti a Pedrosa con Rossi in ottava piazza dietro all'altro italiano Andrea Dovizioso.

Pochi giri e Dany Pedrosa supera i 2 "made in usa" Spies ed Hayden portandosi alle spalle del connazionale e leader del mondiale Jorge Lorenzo. Davanti Stoner arriva ad un secondo e mezzo di vantaggio dagli inseguitori. Camomillo oggi sembra guidare una Repsol Honda in versione Jet, il rettilineo del Gran Premio A-Style de Aragon ne è testimone. Mentre Hayden si incolla a Lorenzo dietro Simonelli apre una bagar con Dovizioso regalando staccate e derapate al limite. Stoner gira costantemente sotto il muro dell' 1 e 50 mantenento il gap invariato dal diretto inseguitore.

A 15 tornate dal termine il centauro di casa Honda entra sotto la barriera del secondo di distacco. Gara tiratissima a distanza tra i due. Vola in rettilineo la Honda e nelle curve lo stile di guida di Pedrosa fa la differenza su tutti. Nelle retrovie Rossi supera l'amico Simoncelli e si porta in sesta posizione. A 10 giri dal termine la Ducati del numero 27 sgondola paurosamente mentre la Honda sembra rimanere su un binario ad 1 secondo dalla rossa di Borgo Panigale.

A 3 giri dal termine posizioni invariate: Stoner, Pedrosa, Lorenzo, Hayden, Spies, Dovizioso e Rossi. Da sottolineare solo il vantaggio di Stoner salito ad oltre 3 secondi e la seconda Ducati in battaglia con la Yamaha del leader del mondiale Lorenzo. Last lap con una bagar accesissima tra Dovi e Ben. Il texano tiene duro, derapa e stacca al limite con l'italiano che ci prova ad ogni curva fino all'errore purtroppo. Mentre il forlivese scivolava sull'asfalto di Aragon, incredibile sorpasso di Hayden su Lorenzo all'ultima staccata. Kentucky Kid con grinta e cuore agguanta il podio, portando gioia incontenibile al box Ducati.

Condividi contenuti