ben spies

MotoGP: viaggio made in USA

In attesa del ritorno della mandria a due ruote gustatevi questo video presente su MotoGP.com, con protagonisti i centauri del Team Yamaha Tech 3, Colin Edwards e Ben Spies. Per il duo texano un divertente viaggio pre-campionato sulle strade americane....

SBK: Gara 1 ASSEN - 26 Aprile 2009

Premessa doverosa. Chi sta scrivendo il seguente articolo ha osservato centinaia di gare della SBK, ma quello che ha visto fare a Ben Spies negli ultimi 3 giri di Gara 1 difficilmente trova ricordi simili in qualche angolo della memoria...anche in una categoria dove l'incredibile accade.

Definire lo statunitense "devastante" è poco. La noia? Beh lasciamola alla MotoGP, dove Meda si esalta per due sorpassini tra Rossi e Pedrosa sul circuito di Motegi. Passi la battaglia spettacolare targata Laguna Seca 2008. Il numero 19 di casa Yamaha davanti a quasi 80.000 appassionati supera Leon Haslam ed il rivale Noriyuki Haga come non si può descrivere a parole. Gomiti larghi, pieghe estreme, derapate sui cordoli..."micidiale". Il giapponese della Ducati nel parco chiuso, rimane in silenzio, sul suo volto un' espressione...sottolineata anche da Luigi Vignando...attonita dinanzi ad un marziano sceso sulla pista di Assen. Si riprenderà solo alcuni minuti dopo sul podio, durante uno scambio di complimenti tra i due centauri. 

Ottimo 3° posto per il giovane inglese di casa Honda Leon Haslam che sigilla la sua prestazione con il nuovo giro veloce del circuito, 1'38"730. Nel post gara dichiarerà: "Oggi mi sentivo davvero in forma, il passo di gara era buono ed mi ero messo appena dietro Nori. Continuavo a perdere decimi al tornantino e nel rettilineo e mentre inseguivo Nori io e Spies ci siamo scontrati gomito a gomito ma e' stata una gara fantastica e ringrazio molto il team per avermi permesso di ottenere questo risultato."

4° sotto la bandiera a scacchi Tom Sykes davanti al romano Max Biaggi sulla sua Aprilia RSV4 Factory e al ceco Smrz su Ducati 1098R. Michel Fabrizio dopo una gara difficile conclude 9° seguito da Troy Corser su BMW S1000 RR. Da sottolineare le cadute di Max Neukirchner e di Carlos Checa.


Nicky Hayden e Ben Spies presentano Indianapolis

 

Nicky Hayden: sia a 40 mph o a 150 mph, Indianapolis regala emozione pura. Il punto di vista del campione del mondo MotoGP 2006.


Ben Spies: Il circuito di Indianapolis è una grande passione. Informazioni tecniche e non solo da parte del campione AMA stagione 2006 e 2007.  


Condividi contenuti