laguna seca

MotoGP: Gara LAGUNA SECA - 25 Luglio 2010

Sul tracciato più impegnativo dell'intero mondiale è lo spagnolo di casa Fiat Yamaha Jorge Lorenzo a salire sul gradino più alto del podio. Con questa sesta vittoria stagionale il Para Fuera decolla in classifica generale a quota 210 punti programmando la rotta verso il suo primo titolo mondiale nella classe regina.

"Ho corso davvero bene oggi, al limite. Dani era impressionante e ha spinto davvero molto, e sapevo che sarebbe potuto cadere. Quando è successo è stato davvero facile terminare la gara davanti...."

Al 2° posto conclude la gara un ritrovato ed agguerrito Casey Stoner. L'australiano aveva dato buoni segnali già dal Sachsenring, duellando a suon di sportellate con il Dottore fino all'ultima curva. Sul tracciato di Laguna accusa problemi sull'avantreno ma nonostante questo porta la rossa Ducati al miglior risultato stagionale. 3° gradino del podio per la "leggenda" a due ruote, Valentino Rossi. L'italiano lotta con il dolore e la fatica, stacca al limite ad ogni curva, tiene il gas aperto e dipinge per l'ennesima volta il significato della parola "Campione".

Ai microfoni di MotoGP dichiarerà: "È stata una gara difficile e un fine settimana complicato. Questa pista è davvero esigente a livello fisico e ce ne siamo accorti durante le prove. Putroppo all'inizio facevo fatica a trovare un buon ritmo, ma quando ho visto Pedrosa fuori ce l'ho messa tutta per provare a riprendere Dovizioso che non era troppo lontano. È un risultato grandissimo, e devo ringraziare davvero tanta gente che mi è stata vicina in questo periodo. Ora c'è Brno, ma soprattutto ci sono tre settimane o quasi per riposare e per lavorare sul fisico. Adoro la prossima pista e spero di arrivare lì in perfette condizioni".

Dietro ad Andrea Dovizioso (4° e primo pilota Repsol al traguardo)...seguono i centauri targati "made in USA": Hayden, Spies ed Edwards.

MotoGP: GARA LAGUNA SECA - 5 Luglio 2009

Al pronti via subito Dani Pedrosa davanti al plotone con la sua solita partenza a fionda seguito da Stoner, Rossi, Dovizioso e Lorenzo. Il primo vero sorpasso è quello di Rossi su Stoner e proprio sul luogo del "delitto 2008", il cavatappi. Seconda tornata e Stoner ripassa il dottore sul rettilieo.

Il quintetto è gia bello che fatto: Pedrosa, Stoner, Rossi, Dovizioso e Lorenzo. Dietro Elias cerca di tenere il ritmo dei marziani trascinandosi dietro l'idolo di casa Nicky Hayden. 

Nel frattempo scivolata per Gabor Talmacsi e Loris Capirossi. Poche tornate ed anche il nostro Andrea Dovizioso si sdraia seguito da Sete Gibernau. L'asfalto del Mazda Raceway continua a mietere vittime.

Nel frattempo Pedrosa prende margine, incasella tornate da mezzo secondo più veloce degli inseguitori. Rossi se ne accorge, decide di superare uno Stoner un po troppo lento e cerca di andare a riprendere la guida HRC. Lorenzo si ricongiunge con i compagni di battaglia...stoico con tutto l'anestetico. 

Camomillo porta il margine ad oltre 2 secondi mentre il connazionale della Yamaha non riesce a tenere il passo dei piloti davanti. A 12 giri dalla fine Stoner molla di schianto perdendo non solo contatto da Valentino Rossi ma anche la sua terza posizione a favore dello spagnolo Lorenzo. Dietro Hayden supera Elias.

Cambiano le carte sul tavolo di Laguna Seca: Pedrosa inizia a perdere nella stessa misura con la quale conquistava margine nelle tornate precedenti, Lorenzo si incolla al codone di Rossi e Stoner non si vede più...

Ultmi 3 giri con l'italiano che sembra voler andare a prendere il fuggitivo. Lorenzo dopo essersi giocato il jolly cercando il sorpasso sul compagno di squadra perde il contatto dalla gemella Fiat Yamaha.

Nulla da fare sul finale. Vince Dani Pedrosa nell'unico modo con il quale sa vincere, partendo davanti e pregando che nessuno gli regali bagar. La coppia Yamaha completa il podio con Rossi e Lorenzo. Stoner 4° al traguardo precede per la prima volta il compagno di colori Nicky Hayden. Kentucky Kid finalmente disputa una gara degna del suo titolo iridato targato 2006 mostrando feeling con la sua Desmosedici e dedizione al lavoro di Borgo Panigale. Seguono: Elias, Edwards, Vermeulen, De Puniet, e Melandri a chiudere la Top 10. 

In classifica generale: Rossi 151, Lorenzo 142, Stoner 135. Prossimo appuntamento al Sachsenring per l' Alice Motorrad Grand Prix Deutschland fissato per il 19 Luglio.

 

MotoGP: Warm up LAGUNA SECA - 5 Luglio 2009

Nonostante le brutte cadute del sabato, i due inseguitore del Dottore, Jorge Lorenzo e Casey Stoner scendono in pista per il warm up.

Proprio l'australiano di casa Ducati stampa il miglior crono sull'asfalto caldissimo del Mazda Raceway Laguna Seca. Con 1'21.918 il numero 27 precede il Campione del Mondo in carica Valentino Rossi e lo spagnolo della Repsol Dani Pedrosa.

Seguono: Colin Edwards, Jorge Lorenzo (clavicola destra lussata), Andrea Dovizioso, Nicky Hayden, Marco Melandri, Randy De Puniet e James Toseland a chiudere la Top 10.

Il valore del warm up ha mostrato:

- una Fiat Yamaha con il miglior setting
- una Ducati pronta a lottare per il podio con Stoner e a testa alta con Hayden.
- un probabile inserimento nella bagar per le due HRC e per la Monster Tech 3 guidata dal texano Edwards.

MotoGP: QP LAGUNA SECA - 4 Luglio 2009

Primi minuti di qualifiche ufficiali sull'asfalto del Red Bull U.S. Grand Prix e subito alternanza in vetta tra lo spagnolo Jorge Lorenzo e l'australiano di casa Ducati Casey Stoner.

Con 1'22.665 realizzato nella terza tornata a sua disposizione il numero 27 e la sua Desmosedici GP9 guidano il plotone per i primi 15 minuti. Nei successivi 10 minuti il casco rosso passa da Pedrosa a Lorenzo per ritornare sul cupolino di Stoner nel Lap 8. Valentino Rossi fermo in quinta posizione con 1'22.977 davanti al centauro della Suzuki Chris Vermeulen e dietro all'altro italiano con i colori HRC Andrea Dovizioso.

A 37 minuti dal termine Jorge Lorenzo è il primo a scendere sotto il muro del 1'22 in sella ad una Fiat Yamaha velocissima e sempre costante in ogni angolo del tracciato statunitense. Il Parafuera si candida seriamente per la pole a stelle e strisce.

Time Remaining 0:20:00 con il display dei tempi che recita: Lorenzo, Stoner, Rossi, Dovizioso, Pedrosa, Elias, Capirossi, Vermeulen, Gibernau e De Puniet a chiudere le prime 10 posizioni. Lap 16 e 17 tornate devastanti per Casey Stoner che torna in vetta con 40 millesimi di vantaggio sul pilota maiorchino.

Si entra negli ultimi 10 minuti con in testa nuovamente Jorge Lorenzo (autore anche di una caduta fortunatamente senza conseguenze) con 1'21.678 seguito da Casey Stoner 1'21.910 e da Valentino Rossi 1'21.927.

Incredibili 3 minuti finali con duplice incidente "clone"; protagonisti Jorge Lorenzo e Casey Stoner. A distanza di pochi secondi si vedono volare i diretti rivali del Dottore...letteralmente "scalciati" dalle loro signore a due ruote.

Si conclude la sessione ufficiale con la classifica seguente: Lorenzo, Rossi, Stoner, Pedrosa, Dovizioso, Elias, Edwards, Hayden, Vermeulen e Capirossi a chiudere la Top 10.

MotoGP: FP2 LAGUNA SECA - 4 Luglio 2009

Jorge Lorenzo in sella alla sua Yamaha M1 conquista il miglior tempo nel secondo turno di prove libere. Lo spagnolo ferma il crono sul 1'21.799 sopravanzando di soli 36 millesimi il centauro di casa Ducati Casey Stoner, dominatore dell'intera sessione. Terza piazza per il nostro Valentino Rossi a poco più di 3 decimi.

Ottimo 4° Toni Elias con la Honda del Team Gresini che con 1'22.789 riesce a mettersi dietro le due HRC ufficiali rispettivamente con Andrea Dovizioso e Dani Pedrosa.

Seguono: Colin Edwards, Chris Vermeulen, Nicky Hayden e James Toseland a chiudere la Top 10.

MotoGP: FP1 LAGUNA SECA - 3 Luglio 2009

Ore 22:50 accendiamo il decoder, canale 120 MotoGP Premium ed iniziamo a respirare passione a due ruote....al via il week end di Laguna Seca con il Red Bull U.S Grand Prix.

Subito tutti fuori dai box per le Free Practice Number 1 con il francese Randy De Puniet a segnare il primo casco rosso, dipinto, nelle successive tornate, dal monopolio Stoner & Rossi.

Mentre ci facciamo un intero giro di pista sulla Yamaha Tech 3 del texano Colin Edwards, prima uscita di pista per il centauro di casa Suzuki Chris Vermeulen.

Dopo i primi 15 minuti il display dei tempi segna:
Rossi, Stoner, Dovizioso, Elias, Melandri, Edwards Capirossi, Toseland, Pedrosa e Hayden a chiudere le prime 10 posizioni.

Minuto successivo e conquista il miglior tempo il nostro tricolore Andrea Dovizioso in sella alla Honda Ufficiale. A 20 minuti dall'inizio tempi molto bassi con il numero 27 della Ducati a strappare la vetta con un crono fermo sul 1'22'646. Segue la coppia Fiat Yamaha rispettivamente con Jorge Lorenzo e Valentino Rossi; 3 decimi di ritardo nel cupolino per il Dottore e la sua M1.

A metà della sessione la classifica provvisoria recita: Stoner, Rossi, Lorenzo, Dovizioso, Elias, Vermeulen, Pedrosa, Edwards, Melandri e De Puniet. In vetta l'australiano di Borgo Panigale ritocca qualche decimino portando il suo miglior tempo sul 1'22.337.
Pensare che nel 2005, nella prima edizione della classe regina sull'asfalto di Laguna la pole fu di Nicky Hayden con 1'22.650. Nota: parlavamo di una HRC 1000cc.

Si entra negli ultimi 10 minuti con una notizia di redazione. Il prossimo anno le Honda Ufficiali avranno due diversi sponsor sulla carena. Una con la solita Repsol....l'altra con la Red Bull. Bah forse in HRC hanno visto la pubblicità (Red Bull ti mette le aliiiii....). Quest'ultima la daranno di sicuro a Pedrosa....camomillo ne ha tanto bisogno.

Ultimo minuto di qualifiche con lo spagnolo Jorge Lorenzo che realizza il suo miglior tempo con 1'22.093. Pochi secondi ed il casco rosso di giornata va a Valentino Rossi con 1'21.981. Il pesarese è l'unico a scendere sotto la barriera del 1'22.

Condividi contenuti