motogp

MotoGP: Gara TEXAS - 12 Aprile 2015

Il Campione del Mondo in carica, Marc Marquez, domina sull'asfalto di Austin in Texas e per il terzo anno consecutivo sale sul gradino più alto del podio. Feeling incredibile tra lui, la sua HRC ed il CoTA (Circuit Of The Americas). Dietro al centauro spagnolo i nostri due italiani, Andrea Dovizioso su Ducati e Valentino Rossi su Yamaha. Per il primo, grande soddisfazione e conferma di una "rossa" pronta ad essere protagonista tutta la stagione, per il dottore un terzo posto che lo lascia in vetta alla classifica mondiale, anche se solo per un punto di vantaggio proprio sul forlivese. Marquez accorcia a -5 lunghezze.

Quarta piazza per Jorge Lorenzo davanti all'altra Ducati guidata da Andrea Iannone. Bella lotta tra i due fino alla bandiera a scacchi che ha visto imporsi il maiorchino di solo 8 decimi.

Seguono: Smith, Crutchlow, Espargaro, Vinales e Petrucci a chiudere la top 10.

Pochi giorni di riposo e motori di nuovo accesi per il Gran Premio Red Bull de la Republica Argentina.

MotoGP: Gara MOTEGI - 12 Ottobre 2014

A Motegi vittoria per lo spagnolo di casa Yamaha Jorge Lorenzo davanti al connazionale Marc Marquez ed al nostro Valentino Rossi. Per il maiorchino la seconda vittoria stagionale arriva dopo una gara capolavoro, condotta a gas spalancato dal primo all'ultimo giro. Oggi però i riflettori sono tutti puntati sul secondo gradino del podio, quello che laurea Campione del Mondo il 21enne Marc Marquez. Il pilota di casa HRC corre una gara attenta, contenuta e forse, per la prima volta, contento di finire 2°. Giappone, casa Honda e asfalto che incorona il piú pilota piú giovane della storia ad aver vinto due titoli consecutivi nella classe regina. Senza dimenticarsi che sono 4 i mondiali conquistati in soli 5 anni.

Ai microfoni nel post gara: "Due titoli in due anni di MotoGP sono una cosa incredibile. Forse all’esterno puó sembrar facile perchè sorrido sempre, ma in realtá c’è tanta pressione. A Misano e Aragón abbiamo commesso degli errori de era importante rimanere concentrati. Ringrazio anche tutti i miei tifosi, che mi hanno sempre supportato. Sto vivendo un sogno!".

Ed arriva anche i complimenti del Dottore: "Credo che Marc si meriti questo titolo, ha vinto tante gare in ogni condizione, non ha fatto errori e si è anzi migliorato".

Ai piedi del podio Dani Pedrosa che taglia la bandiera a scacchi con poco più di 3 secondi dal primo. Quinta piazza per Andrea Dovizioso, seguito dalla Ducati Pramac di Iannone. Seguono: Bradl, Espargaro, Smith e Bautista che chiude la Top 10.

Prossimo round dietro l'angolo con il Tissot Australian Grand Prix. Chissà se Marquez, con il fresco titolo nel cupolino, lascerà spazio ai compagni di bagarre.

MotoGP: Gara MUGELLO - 1 Giugno 2014

Sesta vittoria consecutiva su altrettante gare e dopo sei pole. Dominio indiscusso, supremazia imbarazzante, cannibale sull'asfalto del Mugello! Chi è il ricercato? Semplice: Marc Marquez. Il giovane centauro di casa HRC non si ferma più, neanche davanti ad un immenso Jorge Lorenzo. Battaglia epica tra i due "made in Spain", con 10 o più sorpassi firmano una delle gare più belle ed incredibili di sempre. Nessun errore, nessuna incertezza ma solo tanto coraggio, infinita classe, sconvolgente spettacolo.

Terzo gradino del podio per un highlander nella storia delle due ruote, il nostro Valentino Rossi. Il pesarese, partito dalla decima piazza, spinge forte, spreme la sua M1 al limite e nonostante non riesce nell'impresa di colmare il gap con i super sayan davanti va a podio. Per il Dottore 300esimo GP e 19 stagioni sulle spalle. Leggenda!

Mugello terra di emozioni! Da sottolineare un grande Andrea Iannone (7°) che al pronti/via scatta bene dalla seconda casella e si mette davanti a tutto il plotone. Cuori tricolori in fiamme anche per la rossa Ducati targata Dovizioso, 4° dopo la prima curva e 6° sotto la bandiera a scacchi.

Ai piedi del podio, dopo una gara in salita, la seconda guida Repsol Dani Pedrosa che precede la Monster Yamaha Tech 3 del connazionale Pol Espargaro. 8° Alvaro Bautista davanti ad Aleix Espargaro ed al colombiano Yonny Hernandez che chiude la Top10.

Prossimo bollino rosso da fissare a calendario è per il 15 Giugno con il Gran Premi Monster Energy de Catalunya. Si vola in Spagna, patria di Marquez, Lorenzo e Pedrosa. Possibile altra battaglia stile "Terra di Mezzo"? Decisamente si! Allora non rimane che prepararsi ed attendere l'ennesimo battito delle due ruote.

MotoGP: Gara ARGENTINA - 27 Aprile 2014

Terza vittoria consecutiva per il campione del mondo in carica Marc Marquez. Il giovane pilota di casa HRC vola a punteggio pieno in classifica generale a conferma del suo stato di forma, della sua limpida classe e bella maturità. Podio tutto spagnolo con il compagno di squadra Dani Pedrosa a chiudere in seconda piazza ed un ritrovato Jorge Lorenzo 3°. Valentino Rossi finisce ai piedi del podio a poco più di un secondo dal maiorchino.

Dietro all'italiano Stefan Bradl, un grandissimo Andrea Iannone, Bradley Smith, Pol Espargarò, Andrea Dovizioso e Hiroshi Aoyama a chiudere le prime 10 posizioni.

Pochi giorni per pensare, ancor meno per migliorare e si vola a Jerez per il Gran Premio bwin de España. Sicura battaglia tra i soliti protagonisti dal sangue caldo.

MotoGP: Gara QATAR - 23 Marzo 2014

Per la prima dell'anno la MotoGP si accende di bagarre ed emozioni da vera classe regina. Fari accesi sull'asfalto del Qatar per per un grande duello firmato Marc Marquez e Valentino Rossi. La spunta il giovane Campione del Mondo in carica ma non senza aver lottato a gas spalancato e a suon di staccate al limite con il 9 volte iridato di casa Yamaha. Terzo gradino del podio per l'altro spagnolo di casa HRC Dani Pedrosa.

Tracciato di Losail fatale per molti centauri, primo tra tutti Jorge Lorenzo. Il maiorchino dopo una grande partenza perde l'anteriore della sua M1 durante la prima tornata siglando uno zero illustre in classifica generale. Giro dopo giro lo seguono: Andrea Iannone (chiuderà 10°), Stefan Bradl, Bradley Smith ed Alvaro Bautista.

Quarta piazza per Aleix Espargarò davanti alla coppia Ducati ufficiale con Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow. Seguono: Scott Redding, Nicky Hayden, Colin Edwards a chiudere le prime 9 posizioni.

Ai microfoni nel post gara, Rossi: "Ho pensato di poter vincere...", Marquez: "La battaglia con Valentino è stata fantastica, mi sono divertito molto...."

Prossima tappa il 13 Aprile in terra USA per il Red Bull Grand Prix of The Americas.

MotoGP: Gara VALENCIA - 10 Novembre 2013

E' l'asfalto di Valencia a decidere quale dei suoi figli centauri incoronare. Il titolo di Campione del Mondo scende dalla sella Yamaha del numero 99 per salire su quella di casa Honda HRC guidata dal cabroncito Marc Marquez. Una gara spettacolare dei 3 tenori spagnoli con Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo a sunonarsele ad ogni staccata mentre dietro Marquez pensava solo a guidare concentrato senza incappare in bagarre o rischi inutili. Maturo già a 20 anni per un titolo mondiale. 

L'ottava vittoria stagionale, la terza consecutiva, non basta a Jorge Lorenzo per confermarsi Campione del Mondo. Il maiorchino conclude comunque alla grande una stagione spettacolare. Assieme al Por Fuera sul podio Dani Pedrosa (con un po di strisciate nere sulla tuta) e Marc Marquez. Inno spagnolo in terra di Spagna e con bandiere... solo spagnole.

Quarta piazza per Valentino Rossi seguito da Alvaro Bautista, Stefan Bradl, Bradley Smith, Nicky Hayden, Andrea Dovizioso e Michele Pirro a chiudere a la Top10.

Ai microfono nel post gara, Marc Marquez commenta emozionato:

"È un sogno che diventa realtà, forse troppo presto perché non mi aspettavo di riuscirci il primo anno in motogp. Adesso sto fantasticamente, correre davanti ai nostri tifosi lottando con Lorenzo e Pedrosa, due dei più grandi della storia. Voglio solo ringraziare Honda, chi mi sostiene, la mia famiglia, sono sempre stati tutti con me. Sono al settimo cielo".

Ora test per una scia di emozioni. La prossima stagione è già sul calendario con un cerchio rosso sul primo appuntamento Qatar 'Losail' 23 Marzo 2014. Emozioni sempre a due ruote, gas spalancato come il cuore di un centauro. 

Condividi contenuti