japan

MotoGP: Gara MOTEGI - 26 Aprile 2009

Seconda prova del Mondiale a favore dello spagnolo di casa Fiat Yamaha, Jorge Lorenzo. Per la statistica questo di Motegi rappresenta il secondo trionfo in carriera per il 21enne di Palma di Maiorca dopo quello firmato Estoril 2008. Il Para Fuera si impone di forza sull'asfalto del Polini Grand Prix of Japan davanti al compagno di squadra Valentino Rossi e al connazionale Dani Pedrosa. Entusiasmante la lotta per la seconda piazza tra il Campione del Mondo in carica e il ritrovato "camomillo" della Repsol Honda. Dopo una serie di sorpassi tra i due centauri, carena contro carena, l'italiano riesce ad abbassare le presunte velleità di gloria in HRC. Ai microfoni commenterà: "Nel complesso è stata una buona gara, il secondo posto non è una vittoria ma ho conquistato comunque 20 punti per il Mondiale. Penso che il campionato diventerà molto interessante, ci sono 4 piloti pronti a lottare per vincere fino alla fine".

4° sotto la bandiera a scacchi il gioiello di Borgo Panigale, Casey Stoner. L'australiano sembra avere per tutta la gara problemi sull'anteriore ed è costretto a lottare per le posizioni fuori dall'altare. Nel post gara dichiarerà: "Durante il giro di riscaldamento ho avuto qualche problemino con il freno anteriore che mi causava parecchio chattering".

Dietro al numero 27 concludono la gara i nostri italiani, rispettivamente con Andrea Dovizioso, fino all'ultimo in lotta per il podio, ed un rinato "Macho" Marco Melandri in sella ad una bella Hayate Racing. Seguono: Loris Capirossi, Mika Kallio, James Toseland e Chris Vermeulen.

Non concludono la gara: Sete Gibernau, autore di una scivolata al settimo giro, Yuki Takahashi e Nicky Hayden. Lo statunitense viene tamponato dal centauro del Team Scot Racing che si improvvisa per questa occasione "attore kamikaze".

In classifica generale il leader diventa Jorge Lorenzo con 41 punti seguito con una lunghezza di svantaggio dal compagno di colori Valentino Rossi e dall'australiano Casey Stoner a quota 38. Più staccati le due HRC di Andrea Dovizioso (22 punti) e Dani Pedrosa (21 punti).

Classe 250: Gara MOTEGI - 26 Aprile 2009

Polini Grand Prix of Japan sigillo del centauro della Mapfre Aspar lo spagnolo Alvaro Bautista. Una gara silenziosa ma concreta quella del numero 19. Sul podio anche il giapponese Hiroshi Aoyama ed il nostro italiano Mattia Pasini.

Gara sfortunata per l'attuale Campione del Mondo Marco Simoncelli, che piega un cerchio della sua Metis Gilera mentre era al comando della corsa. Concluderà 17°  lontano dalla vetta e dalle posizioni a lui consone.

Da sottolineare le tante cadute, tra le quali quelle di: Jules Cluzel, Roberto Locatelli, Mike di Meglio e Hector Faubel.

In classifica generale il leader è Alvaro Bautista con 34 punti che precede di una sola lunghezza il giapponese della Scot Racing Team, Hiroshi Aoyama ed il connazionale di casa Aprilia Hector Barbera  a quota 30 punti.

Classe 125: Gara MOTEGI - 26 Aprile 2009

Classe 125 caratterizzata da un inizio con asfalto umido, principale pericolo per i piloti che hanno deciso di partire con gomme slick. Fin dalle prime curve si mischiano le carte con Iannone, autore della pole, sprofondare nel centro gruppo seguito dal rivale Simon e con un Terol, partito con gomme da bagnato, mettersi davanti al plotone.

Tornata dopo tornata l'asfalto del Polini Grand Prix of Japan regala il grip ideale ai centauri con gomme da asciutto ed inizia cosi una splendida rimonta per il nostro Andrea Iannone. L'abruzzese in soli 10 giri raggiunge i piloti di testa ed in ordine svernicia Stefan Bradl, Pol Espargaro e Julian Simon, l'ultimo ad alzare bandiera bianca. L'italiano vince il suo secondo GP consecutivo davanti alla coppia spagnola, rispettivamente con Julian Simon del Bancaja Aspar Team e Pol Espargaro della Derbi Racing Team.

Seguono: Stefan Bradl, Marc Marquez, Sandro Cortese e Joan Olive. Chiude la Top 10 l'inglese Bradley Smith. Gli altri italiani: 14° Lorenzo ZANETTI, 15° Simone Corsi, 25° Luca Marconi e 26° Luca Vitali della CBC Corse.

In classifica generale Iannone comanda con 37,5 punti seguito da Julian Simon a quota 30 e da Pol Espargaro con 22,5.

MotoGP: Gara MOTEGI - 28 Settembre 2008

 

L'A-Style Grand Prix of Japan incorona Valentino Rossi come nuovo Campione del Mondo. Per l'italiano vittoria superba, superiorità incontrastata in gara e trono MotoGP 2008. Rossi conquista così, in sella alla sua Fiat Yamaha, il 6° titolo mondiale nella classe regina, l'8° in carriera.

Il dottore, tornato sul tetto del mondo dichiarerà nel post gara:"È difficile paragonare questo titolo, ma è uno di quelli importanti. È stata una grande battaglia durante l'anno in particolare con Stoner e Pedrosa. In questa stagione ho dovuto fare davveromolti miglioramenti per vincere. Devo ringraziare tutti a partire da Yamaha a Bridgestone alla mia squadra".

Per noi di Motomondiale ITALIA titolo meritato e indiscutibile. Onore a Casey Stoner e alla sua ("nostra") Ducati.

Nei pirmi giri vanno forte ed impongono il ritmo di gara in tre, nell'ordine: Pedrosa, Stoner e Rossi. Lo spagnolo tiene la testa per alcuni giri, fino a quando comprende che non si può tenere dietro un cyborg (Stoner) ed un marziano (Rossi). Da sottolineare il bellissmo e raro gesto da parte di Stoner per il sorpasso al limite proprio nei confronti del pilota Repsol. (questo significa essere uomini, piloti e soprattutto campioni).

Dopo quattordici giri con tempi da "qualifica" e con le coppie "codone-stoner" e "cupolino-rossi" praticamente incollati, il pesarese si decide ad invertire i ruoli. Il sorpasso arriva in staccata, composta e decisa. Stoner non replica anzi l'australiano inizia a perdere decimo su decimo. E' il passaggio di consegna. Lo vedono i giapponesi, lo vediamo noi italiani....lo vede tutto il mondo. 

Valentino vince in solitaria seguito da Stoner e Pedrosa. Quest'ultimo lotta per alcune tornate con il connazionale Jorge Lorenzo, i due arrivano anche al contatto, ma il "Por Fuera" si deve accontentare della quarta piazza. 5° al traguardo l'americano Nicky Hayden che precede Loris Capirossi, Colin Edwards, Shinya Nakano e Andrea Dovizioso.

Classe 125: Gara MOTEGI - 28 Settembre 2008

All'A-Style Grand Prix of Japan la classe 125 regala spettacolo e conferma ancora una volta la sua combattività. Questa volta i protagonisti si chiamano: Di Meglio, Bradl e Talmacsi, autori di una gara davvero tirata. Firma il gradino più alto Stefan Bradl che si riporta anche in terza posizione in classifica generale con due sole lunghezze sull'ungherese Gabor Talmacsi.

In classifica si conferma leader con 212 punti il francese Mike Di Meglio seguito a quota 176 dal nostro italiano Simone Corsi, oggi purtroppo solo 7° con una Jack & Jones WRB in difficoltà.

In evidenza le numerose cadute che hanno caratterizzato la tappa di Motegi, classe 125: Pol Espargaro (Belson Derbi), Andrea Iannone(I.C.Team), Esteve Rabat (Repsol KTM), Hugo Van der Berg (Degraaf Grand Prix) Jules Cluzel (Loncin Racing) e Marc Marquez (Repsol KTM).

Con tre GP ancora da disputare la classifica recita:

1 Mike DI MEGLIO FRA (Ajo Motorsport) 212
2 Simone CORSI ITA (Jack & Jones) WRB 176
3 Stefan BRADL GER (Grizzly Gas Kiefer Racing) 167
4 Gabor TALMACSI HUN (Bancaja Aspar Team) 165

Condividi contenuti